Incinta Dopo Un’avventura Di Una Notte: Che Fare?

Hai trascorso una splendida serata, hai seguito i miei consigli su come fare il miglior sesso di sempre e…

Qualche settimana dopo, scopri di essere incinta. Tuttavia, tu e il padre non state insieme. Che fai?

In questo momento probabilmente sei in preda al panico.

“Oh mio Dio, sono incinta”.

“Sono troppo giovane per avere un bambino”.

“Oh, voglio tanto quel cucciolo”.

“I miei mi uccideranno appena vengono a saperlo”.

“Devo dirlo al padre?”.

“Dove prenderò i soldi?”

“Sono proprio una stupida, perché non ho usato il preservativo?”.

“Aborto… significa uccidere un bambino, no? Non posso farlo”.

“Se lo tengo posso dire addio alla mia vita sociale”.

Quali Sono Le Tue Opzioni?

La prima cosa è non andare in panico.

Non ti aiuterà.

Ciò che devi fare in questo momento è pensare in maniera lucida provando a fare una lista di pro e contro.

Anziché agire d’impulso, è il momento di fare un bel respiro e iniziare a documentarsi un po’.

Sostanzialmente, hai quattro opzioni. Puoi:

  • Abortire
  • Dare il bambino in adozione
  • Tenere il bambino e fargli da genitore insieme al padre (se è disposto)
  • Tenere il bambino da genitore single

Esaminiamo ciascuna di queste opzioni.

Quali Sono Le Tue Opzioni?

Abortire

Iniziamo con la prima opzione: abortire.

Si tratta spesso di un tabù. Specialmente all’interno di famiglie o comunità religiose.

“Uccidi un essere umano”.

Tuttavia, in molti paesi occidentali l’aborto è non solo comune ma anche legale.

Quindi, quando abortire è la decisione giusta?

Dovresti prendere in considerazione la possibilità di abortire quando non sei pronta ad avere un figlio. I motivi possono essere diversi: forse sei troppo giovane, forse non sei economicamente in grado di crescere un figlio o forse come padre vuoi qualcuno di cui sei innamorata anziché un semi-sconosciuto.

Ci sono varie ragioni per abortire. Tuttavia, ci sono cose che ti fanno dubitare. Come il parere della tua famiglia o del padre.

La domanda a questo punto è: devi dirlo a lui?

No. Non hai alcun obbligo legale di farglielo sapere.

È diritto di una donna scegliere se portare avanti o meno la gravidanza, e non c’è nulla che la obblighi a comunicare tale scelta all’altra persona.  

Dare Il Bambino In Adozione

La situazione sopradescritta può fare al caso tuo quando non sei pronta per un figlio.

Tuttavia, c’è la possibilità che tu sia contraria all’aborto, forse perché religiosa o per varie altre ragioni. Ma non hai soldi, il padre non vuole saperne, la tua famiglia è contraria al fatto che tu tenga il bambino o magari sei troppo giovane.

In una situazione di questo tipo, puoi optare per l’adozione. Ci sono molte coppie che non possono avere figli. Puoi davvero far felice una famiglia dando il bambino in adozione.

Tuttavia, la domanda è: sei in grado di separarti dal tuo neonato e affidarlo ad altri?

Sei sufficientemente stabile a livello emotivo per prendere questa decisione dopo averto portato in grembo per nove mesi?

Dare Il Bambino In Adozione

Tenere Il Bambino E Fargli Da Genitore Insieme Al Padre (Se È Disposto)

Magari ci hai pensato e non ti importa che sia stata una storia di una notte. Vuoi tenerlo.

In questo caso potrai dunque crescere il bambino insieme al padre.

Una simile situazione prevede opzioni differenti.

  • Sposarvi, comprare una casa e diventare una famiglia vera
  • Continuare a vivere separati ma crescere il bambino insieme.

Si tratta di mettersi d’accordo.

Cosa provi per il padre?

È stato un rapporto occasionale, lo conosci davvero bene?

Ha sani principi?

Ha un lavoro stabile?

Ad ogni modo, c’è la possibilità che lui non voglia avere niente a che fare né con te né col bambino. In quel caso, potrai tenerlo e crescerlo da sola.

Tenere Il Bambino Da Genitore Single

Magari vuoi fortemente tenere il bambino ma il padre non è di questo avviso.

È comprensibile.

È stato un rapporto occasionale. Probabilmente eri brilla ed entrambi avete commesso un errore. Lo avete fatto senza preservativo.

Mettiti per un attimo nei suoi panni.

È perfettamente comprensibile che non voglia crescere il bambino. E non puoi pretenderlo da lui. Così come lui non può pretendere che tu abortisca. Entrambi avete le vostre ragioni.

Quindi, se davvero vuoi tenerlo, devi crescerlo da sola.

Il che può essere davvero difficile. Essere una mamma single, con un bambino, un lavoro a tempo pieno e le bollette. Tremendo per la tua vita sociale.

Tuttavia, sei in buoni rapporti con i tuoi, e loro possono darti una mano in questa situazione.

Ma ricorda che ognuna delle quattro opzioni avrà pro e contro. E sarà dura.

Dipende tutto da te. Per cui, rifletti a fondo prima di decidere e poi passa alla domanda successiva: come dirlo a lui?

Dirlo A Lui

Come ho già detto, non hai alcun obbligo legale di farglielo sapere.

È diritto di una donna scegliere se portare avanti o meno la gravidanza, e non c’è nulla che la obblighi a comunicare tale scelta all’altra persona. 

Dunque, dovresti dirglielo o no?

Questa decisione dipende in parte dalla risposta alla seguente domanda: quali sono i vantaggi del dirglielo?

Pensi che questa persona eserciterebbe un’indebita pressione per farti andare contro il tuo volere?

Se pensi che potrebbe pressarti, in una o nell’altra direzione, non è una buona idea quella di complicare ulteriormente le cose. Tuttavia, il dare per scontato come l’altro potrebbe reagire può crearti dei problemi.

Dirlo A Lui

Magari quella volta ha detto:

“Non mi interessa avere dei figli”.

Ma si trattava di bambini ipotetici, vale a dire di una situazione ben diversa da quella attuale.

Se informarlo dovesse però in qualche modo farti correre dei rischi, ciò cambierebbe inevitabilmente le carte in tavola.

Il mio consiglio è di chiederti: “Come vorrei essere trattata a parti invertite?”.

Non dare quindi necessariamente per scontato che reagirebbe male. Potrebbe darti una mano, e in questo momento è ciò di cui hai bisogno. In una situazione del genere è sempre meglio avere il supporto di qualcuno anziché doversela sbrigare da soli.

Ma se stai pensando di tenere il bambino, nasconderglielo diventa una questione etica delicata. Se non riveli al padre di essere incinta, non solo non lo saprà mai ma non gli avrai dato la possibilità di dire la sua al riguardo.

Come Dirglielo

Prepara ciò che gli dirai

Ogniqualvolta devi affrontare una importante conversazione, può essere utile dedicare del tempo a organizzare ciò che vuoi dire e a esercitarti su come dirlo. Tira fuori carta e penna e annota tutto ciò che hai bisogno di comunicare. Fai in modo che la tua comunicazione sia diretta e che includa tutte le informazioni rilevanti. Quindi esercitati a voce alta. Alcune delle cose che potresti dire, sono:

  • “Non ho avuto il ciclo, sono incinta”.
  • “Ho già fatto il test di gravidanza, sono sicura”.
  • “Sono certa che sei tu il padre”, o “Sono quasi certa che sei tu il padre”.
  • “Ho pensato che fosse importante che tu lo sapessi”.
  • “So già quello che voglio fare”, o “Non so ancora ciò che farò”, o “Penso di sapere cosa farò, ma volevo il tuo punto di vista”.
Sii pronta a varie reazioni

Ricorda, tu hai avuto un po’ di tempo per elaborare l’informazione, lui sarà preso alla sprovvista. Potrebbe essere confuso, arrabbiato o incapace di accettare la realtà dei fatti. Potrebbe offrirti subito il suo supporto. Potrebbe manifestare molte reazioni/emozioni contemporaneamente. Prova a dargli un momento per realizzare. La sua prima reazione potrebbe non essere indicativa del suo reale stato d’animo. Se è arrabbiato, spiegagli che ne potete riparlare un’altra volta, o semplicemente vai via. Potrebbe contattarti dopo che si sarà calmato.

Se si mostra gentile e comprensivo, puoi decidere di condividere i tuoi pensieri e il tuo sentire.

Potresti proporre un altro incontro nell’immediato – riconoscendo il fatto che tu hai avuto più tempo rispetto a lui per rifletterci su.

In definitiva, ciò che farai sarà una tua decisione.

Preparati Per La Decisione

Preparati Per La Decisione

Questo è un momento importante della tua vita.

Quindi, innanzitutto, gestisci lo stress.

L’intera situazione può essere molto stressante. Indipendentemente dalla tua intenzione di portare avanti o meno la gravidanza, ti trovi in una delicata condizione di salute. Devi avere cura di te.

Dopo aver parlato con lui, prenditi del tempo per elaborare i tuoi pensieri e gestire lo stress.

  • Fatti un bagno o vai in un centro benessere per una sauna o un massaggio
  • Fai un po’ di attività fisica
  • Vai a cena fuori
  • Parla con qualcuno: un amico, un familiare o un terapeuta.

Sono tutti ottimi modi per mantenere la mente lucida prima di prendere la decisione finale.

Prendi La Decisione & Consulta Un Medico

Dopo aver parlato col padre ed esserti presa del tempo per riflettere, potresti sentirti pronta per la decisione finale. Forse hai sempre saputo cosa volevi fare, o forse non ne eri sicura.

Pensa concretamente a ciò che comporta avere un figlio, se lo desideri davvero e/o se hai i mezzi per crescerlo. Prendi inoltre in considerazione le tue convinzioni ed emozioni. In generale, hai quattro possibilità tra cui scegliere.

Portare avanti la gravidanza e crescere il bambino insieme al padre.

Portare avanti la gravidanza e crescere il bambino da sola o con l’aiuto della tua famiglia.

Dare il bambino in adozione.

Interrompere la gravidanza.

Una volta presa la decisione, è tempo di consultare un medico. Che tu decida di portare avanti la gravidanza o di interromperla, un medico ti saprà indicare risorse e dare preziosi consigli.

Buona fortuna in questo periodo. Puoi sempre lasciare un commento con i tuoi suggerimenti per chi si trova in questa situazione.

Marco.

Articolo extra: se decidi di tenere il bambino, avrai dei problemi nella sfera sessuale. Leggi questo articolo, ti sarà d’aiuto.